Tu sei qui: Home / Notizie / Notizie / Bando Gal dell'Appennino Bolognese per la prevenzione dei danni da fauna selvatica nelle aziende agricole. Contributi al 100% della spesa ammissibile

Bando Gal dell'Appennino Bolognese per la prevenzione dei danni da fauna selvatica nelle aziende agricole. Contributi al 100% della spesa ammissibile

Scadenza 20.12.2021 ore 12.00

UN BANDO DEL GAL DELL'APPENNINO BOLOGNESE PER LAPREVENZIONE DEI DANNI DA FAUNA SELVATICA NELLE AZIENDE AGRICOLE. CONTRIBUTI AL 100% DELLA SPESA AMMISSIBILE.

Il GAL Appennino Bolognese ha pubblicato un bando riservato alle imprese agricole di collina e montagna per l'acquisto di materiali, attrezzature, nonché cani da guardiania, per la prevenzione e il contenimento dei dannicausati dalla fauna selvatica.Gli interessati potranno presentare domanda entro e non oltre il 20 dicembre 2021. Èammesso l'acquisto di recinzioni metalliche, protezioni elettriche a bassa intensità, protezioni acustiche e visive con sagome di predatori, nastri olografici, palloni predator e cani da guardiania. Sono invece escluse le spese di messa in opera degli interventi. Il contributo GAL coprirà il 100% delle spese documentate fino ad una cifra massima ammissibile di 30.000 euro. La spesa minima non potrà essere inferiore ai 2.500 euro.Il Presidente del GAL Tiberio Rabboniha ricordato che il bando nasce dalle gravi difficoltà denunciate dagli agricoltori di montagna a preservare la propria, già problematica, produzione annuale a causa delle ricorrenti scorribande su campi e colture di cinghiali ed altri ungulati: "Il fenomeno della sovrappopolazione faunistica in zone coltivate non tende, purtroppo, a diminuire. E a farne le spese sono soprattutto gli agricoltori che, loro malgrado, devono subire le devastazioni provocate dai tanti animali alla ricerca di cibo. Proteggere la produzionedai danni causati dagli animali selvatici diventa dunque la pre-condizione per continuare a fare agricoltura in queste zone. Da qui la decisione di dedicare, per la seconda volta in poco più di tre anni, nuove risorse pubbliche GAL,circa mezzo milione di Euro,a questa priorità.Una scelta doverosa in attesa che una corretta gestione faunistico-venatoria e la correlataattività di "controllo" riportino la densità degli ungulati in montagna a livelli finalmente inferiori, realmente compatibili con la possibilitàdi fare impresa agricola e produrre cibo, come in tutto il restante territorio bolognese. Il bando riconosce priorità, cioè punti utili alla graduatoria finale, alle domande provenienti da imprese agricole localizzate nelle aree di montagna più problematiche, a quelle che hanno aderito ad impegni agro-ambientali e a quelle che sottoscrivono la Carta dell’Accoglienza all'interno dei principali itinerari turisticidell'area: Linea Gotica, Alta Via dei Parchi, Via degli Dei, Flaminia Minor, Piccola Cassia,Via della Lana e della Seta, Via del Gesso. Saranno inoltre assegnatarie di punteggio ulteriore le imprese agricole che non hanno già beneficiato nella presente Programmazione di contributi per la medesima finalità sul precedente bando GAL o bando regionale. Le risorse a bando attualmente disponibili sono 240.000 Euro. A breve verranno integrate con quota parte delle risorse del "periodo transitorio 2021-2022" fino a raggiungere la cifra complessiva dicirca mezzo milione di Euro. Le domande di contributo devono essere presentate dal entro e ore 12.00 del giorno 20 dicembre 2021 attraverso il SIAG sistema informatico di AGREA.

Il bando è consultabile sul sito www.bolognappennino.it

Per maggiori informazioni: info@bolognappennino.it tel. 051-4599907

 

pubblicato 15/09/2021 08:00, ultima modifica 22/09/2021 08:16
Contatti

ufficio  SEGRETERIA - PROTOCOLLO

Via Montanara, 1
40022 Castel del Rio (BO)

TELEFONO 0542 / 95906

FAX 0542 / 95313

EMAIL

ORARI

lun-mar-gio-ven

8:30-12:30

mercoledì 8.00-12.30

sabato 8.30-12.00

 

Meteo Castel del Rio

Valuta questo sito