Tu sei qui: Home / Come fare per / Aggiornamenti sul Coronavirus / Vietato bruciare il materiale vegetale di risulta dei lavori forestali e agricoli

Vietato bruciare il materiale vegetale di risulta dei lavori forestali e agricoli

Il divieto è fissato da un'ordinanza del Presidente Bonaccini e sarà valido per tutta la durata dell'emergenza coronavirus, senza eccezioni

Il Presidente della Giunta regionale Stefano Bonaccini, con ordinanza n. 43 del 20 marzo 2020, ha stabilito il divieto, valido per tutta la durata dell’emergenza e senza eccezioni, di bruciare  materiale vegetale di risulta dei lavori forestali e agricoli. Sino alla cessazione dello stato di emergenza non si applicano i permessi previsti dall'articolo 58 del Regolamento forestale regionale n. 3/2018.

La pratica dell’abbruciamento controllato del materiale vegetale di risulta dei lavori forestali e agricoli può causare l'innesco di potenziali incendi boschivi e portare a infortuni, anche gravi, che potrebbero necessitare di cure ospedaliere o di pronto soccorso. Ciò comporterebbe una notevole attività a presidio del territorio per il monitoraggio dei fuochi da parte dei Carabinieri forestali e dei Vigili del fuoco, che verrebbero così distolti da altre potenziali emergenze, nonché un possibile aggravio per il sistema sanitario.

È necessario sospendere la pratica degli abbruciamenti anche perché non rappresenta uno stato di necessità, e quindi per ottemperare alle disposizioni che limitano la circolazione delle persone.

pubblicato 27/03/2020 12:00, ultima modifica 27/03/2020 12:00
Contatti

ufficio  SEGRETERIA - PROTOCOLLO

Via Montanara, 1
40022 Castel del Rio (BO)

TELEFONO 0542 / 95906

FAX 0542 / 95313

EMAIL

ORARI

lun-mar-gio-ven

8:30-12:30

mercoledì 8.00-12.30

sabato 8.30-12.00

Apertura del giovedì:

- invernale (dal 15/09 al 31/05)

15.00-18.00

Meteo Castel del Rio

Valuta questo sito